La mia visione del Mondo
 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Come tutte le persone dotate di senno, mi interrogo continuamente su cio' che Ŕ importante nella vita.

Negli anni ho revisionato spesso la mia visione politica e religiosa, in base anche alle mie attitudini di rifiuto totale degli stereotipi imposti dalla societÓ.*

Religiosamente, mi affascina come credenti di tutte le correnti, ma soprattutto cristiani, si sforzino di pretendere la laicitÓ statale, come ad esempio i valdesi, ma anche piccole realtÓ di liberi pensatori.

Lo stesso per quanto riguarda la politica: mi interessa rompere la dicotomia secondo la quale solo le sinistre si occupano di diritti civili e che le destre siano per forza razziste, machiste, omofobe (dicotomia presente solo nella vaticanista italia)

Cerco di spezzare queste dicotomie, come gli stereotipi di genere, che impongono che ognuno, a seconda dei genitali con cui nasce, debba recitare un ruolo, pena l'esclusione sociale, sguardi di biasimo, etc etc.